Blog | Le gengive sanguinano? Ecco le cause e i rimedi!
15683
post-template-default,single,single-post,postid-15683,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-theme-ver-10.0,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1,vc_responsive

Le gengive sanguinano? Ecco le cause e i rimedi!

gengive-sane-e-malate

Le gengive sanguinanti sono un chiaro segnale di un processo infiammatorio in atto che viene chiamato “gengivite”.

La gengivite, ovvero l’infiammazione delle gengive, è il primo stadio dei disturbi gengivali ed il più facile da curare. La causa diretta della gengivite è la placca ,ovvero un biofilm di batteri in continua formazione sui denti e sulle gengive.

Si definisce gengivite una condizione infiammatoria a carico dei tessuti molli che circondano il dente. Se le gengive sono arrossate o gonfie, o se sanguinano facilmente durante lo spazzolamento o con il passaggio del filo interdentale, probabilmente è presente un disturbo gengivale.

Una gengiva sana che non è infiammata o che non è colonizzata dai batteri non sanguina mai!

La gengivite è reversibile! Questo stadio iniziale d’ infiammazione può essere risolto, perché l’osso e il tessuto connettivo che tengono i denti al loro posto non ne sono stati ancora coinvolti. Se non viene curata, pero, la gengivite può degenerare in malattia parodontale e provocare danni permanenti a denti.

Quali possono essere le cause?

 La prima causa dei disturbi gengivali è la presenza di placca batterica sulle superfici dentali dovuta ad una scarsa o scorretta igiene orale.

La presenza di placca non è però l’unico fattore che può causare gengivite, ma ve ne sono molti altri tra cui:

assunzione di farmaci ( antiepilettici, immunosoppressori, calcio antagonisti);

– alterazioni ormonali ( gravidanza, ciclo mestruale, assunzione di contraccettivi orali);

malattie croniche e deficienze del sistema immunitario;

di origine batterica, virale, fungina.

Cosa possiamo fare?

 La prima cosa da fare dinanzi ad un sanguinamento gengivale è sottoporre questo sintomo alla nostra attenzione. Bisogna avere una buona igiene orale domiciliare e fare un controllo dall’odontoiatra per individuare le cause d’origine stabilendo un trattamento idoneo.

Esperimenti hanno dimostrato come sia possibile risolvere le alterazioni infiammatorie iniziali, quindi la gengivite, con un’adeguata igiene orale. (igiene professionale e igiene domiciliare congrue)

Un’igiene professionale adatta, associata a un buon controllo di placca domiciliare è solitamente risolutiva!