Blog | Lo scovolino interdentale: modi d’uso e i suoi benefici
15517
post-template-default,single,single-post,postid-15517,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-theme-ver-10.0,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.1,vc_responsive

Lo scovolino interdentale: modi d’uso e i suoi benefici

scovolino oreglia

I batteri responsabili della carie, si moltiplicano molto velocemente tra gli spazi interdentali. Si annidano tra dente e dente quindi difficili da rimuovere anche con il passaggio dello spazzolino, sia manuale che elettrico, in quanto le setole fanno fatica a raggiungerli. Questi batteri trovano così le condizioni ideali per proliferare e a loro volta causare carie interdentali e infiammazioni della gengiva.

Lavarsi i denti solo con lo spazzolino non basta per eliminare completamente la placca e i batteri dagli spazi interdentali, quindi è necessario utilizzare lo scovolino interdentale.

Lo scovolino è un dispositivo per l’igiene orale, utile per rimuovere residui alimentari e placca batterica negli spazi interdentali.

E’ un metodo semplice ed efficace per mantenere gengive e denti sani evitando infiammazioni gengivali, carie e alito cattivo.

Com’è fatto?

Lo scovolino è formato da un asse centrale di metallo, ricoperto da un film protettivo di plastica per non danneggiare i tessuti gengivali, da cui dipartono numerose setole antibatteriche disposte a raggiera o a spirale.

scovolini pulizia denti

Gli scovolini interdentali sono disponibili in diverse forme e dimensioni per adattarsi alle particolari esigenze dei pazienti.

E’ importante scegliere la misura esatta dello scovolino interdentale considerando l’ampiezza degli spazi interdentali, la presenza d’ impianti, ponti, recessioni gengivali, splintaggi ed apparecchi ortodontici.

Importante sarà farsi consigliare dal proprio odontoiatra o igienista dentale per la dimensione e la forma dello scovolino.

Lo scovolino, come lo spazzolino, andrà sempre sostituito con regolarità.

 

Come si usa?

Dopo la normale igiene con lo spazzolino elettrico o manuale, lo scovolino va inserito negli spazi interdentali con una leggera pressione, senza forzare l’inserimento, e poi mosso con movimenti orizzontali per alcune volte.

pulizia con scovolino

Dopo averlo utilizzato lo si sciacqua bene sotto l’acqua rimuovendo tutti i residui che si sono annidati.


Gli spazi interdentali rappresentano il 40 % della superficie totale dei denti, e queste zone non sono sempre raggiunte dallo spazzolino manuale ed elettrico, quindi non possiamo considerare efficace la nostra igiene orale senza aver utilizzato lo scovolino e il filo interdentale.


Pulire gli spazi interdentali è fondamentale, perché è qui che la carie dentale e la malattia parodontale possono svilupparsi, quindi utilizzate correttamente lo scovolino interdentale per avere sempre un’ottima igiene orale e poter sempre sorridere al meglio!